SHaZer

KL Italy
  • Content count

    838
  • Joined

  • Last visited

5 Followers

About SHaZer

  • Rank
    Commentator

Contact Methods

  • E-mail
    0

Profile Information

  • Gender
    Male

Recent Profile Visitors

2,014 profile views
  1. Ciao mostrilla81, se l'installazione è avvenuta usando un pacchetto configurato dal KSC, l'unica soluzione è la reinstallazione di KSM per Android: come puoi verificare, nella sezione con i parametri di sincronizzazione tutti i valori dovrebbero essere non modificabili; quegli stessi campi sono modificabili soltanto per installazioni effettuate manualmente dal Google Play Store. A disposizione
  2. Ciao Fabioz, dipende tutto da quello che vuoi ottenere: entrambi i prodotti citati proteggono Windows Server 2008, ma lo fanno in modi diversi; con KES hai il vantaggio di poter gestire tutto con un unico plugin, definendo semplicemente un'eventuale policy per il server (per quanto riguarda i moduli, tutti quelli non segnalati "Only for workstation" nelle proprietà del pacchetto in console vengono installati su un sistema operativo server) ma vai ad installare un prodotto progettato per workstation ed adattato ai server che porta con sé anche driver di rete; con KS4WS hai un prodotto certificato per Microsoft Server (che tra le altre cose vuol dire che quando si installa e si rimuove non richiede riavvio, un eventuale riavvio richiesto all'installazione deriva dalla presenza di driver di software di terze parti da rimuovere) e sviluppato specificamente per tali sistemi operativi, con un set diverso di moduli a disposizione e la necessità di definire task e policy a livello di console per garantirne il corretto utilizzo (i task di aggiornamento e scansione e la policy per KES non si applicano ai server con KS4WS installato). A livello di licenza, se hai una Select puoi scegliere una o l'altra soluzione indifferentemente, mentre per la lingua ti confermo che il prodotto KS4WS è solo in inglese.
  3. Ciao mostrilla81 quella di AMMYY è una questione annosa: https://www.theregister.co.uk/2016/07/19/am...rojan_slingers/ Quello che ti consiglio è di fornire l'installer al supporto per analizzarlo, prima di creare un'esclusione. A disposizione.
  4. Prima di passare all'assistenza posso consigliarti solo due prove: Elimina e ricrea il task di applicazione della licenza e prova ad eseguirlo nuovamente Prova ad eseguire il task dopo aver riavviato le SVM Se nessuna delle due prove dovesse dare esito positivo, è necessario contattare il supporto tramite CompanyAccount
  5. Ciao marco-slam, la forma della chiave non è corretta: ufficialmente viene distribuito con un nome da 8 lettere e l'estensione KEY. Puoi mandarmi in privato il codice di attivazione? (mi raccomando in privato, non sul forum ) Inoltre a quali macchine lo stai distribuendo? A disposizione,
  6. Ciao marco-slam, avrei bisogno di maggiori informazioni: il task creato è specifico per AgentLess? (ogni applicazione ha un proprio task di aggiunta chiave) A quali macchine lo stai distribuendo? (la chiave deve essere passata solo al protection server, non alle macchine virtuali gestite) Quale è la chiave? (mi serve solo il nome del file XXXXXX.key inviatoti con la licenza) A disposizione
  7. Ciao NodoPiano, è un problema momentaneo: dovrebbe esser stato risolto. A disposizione
  8. Ciao Carlun58, per creare uno standalone di KES10SP1MR3 puoi procedere in due modi: 1) Copiare la patch MR3 direttamente nel pacchetto attuale della MR2 (KES10SP1MR3 non è altro che KES10SP1MR2 con la patch MR3 nella directory di setup) 2) Scaricare KES10SP1MR3 e creare un pacchetto separato in KSC Qualunque delle due soluzioni tu scelga, una volta effettuate le operazioni dovrai soltanto andare in console e nel nodo "Remote installation/Installation Packages" evidenziare il pacchetto scelto e fare clic sul link "Create standalone installation package". Durante il wizard ti verrà chiest se insieme all'Endpoint desideri installare anche il Network Agent scegliendo il relativo pacchetto tra quelli disponibili. A disposizione,
  9. Ciao Gianluigi, i rilevamenti che incontri sono per file potenzialmente sospetti: di solito Kaspersky elimina solo quelle che sono considerate vere minacce, segnalando comunque all'utente gli altri tipi di tool (Risk o not-a-virus che sia). Se ci sono dubbi sulla legittimità del riscontro o per maggiori delucidazioni ti consiglio di aprire un ticket col supporto per poter ricevere una risposta ufficiale sul comportamento atteso direttamente dagli sviluppatori.
  10. Habemus KSC... KSC10SP2MR1 Release Notes KSC10SP2MR1 ...KESque KES10SP2_AES256_ITA KES10SP2_AES56_ITA Release Notes KES10SP2
  11. Ciao MatteVecchi, in un'infrastruttura gestita da Security Center, gli aggiornamenti vengono scaricati con schedulazione "quando sono disponibili nuovi aggiornamenti nell'Administration Server"; questa schedulazione, nel caso di portatili staccati dalla rete aziendale, impedisce agli stessi di sapere quando andare a prendere gli aggiornamenti. Inoltre, sempre per default, è attiva l'opzione per il risparmio energetico, che indica a KE di non avviare task se un computer sta lavorando scollegato da una fonte di alimentazione. Per i portatili ti consiglio di stabilire una schedulazione speculare a quella di KSC, con uno scarto orario di almeno 30 minuti (i.e.: se KSC scarica gli aggiornamenti ogni 2 ore dalle 11:00, per i portatili imposta un task di aggiornamento ogni 2 ore dalle 11:30) e di disabilitare l'opzione per il risparmio energetico che trovi nelle impostazioni avanzate. Controlla queste informazioni e facci sapere.
  12. Ciao Henricu e benvenuto, devi inserire una chiave di KESB advanced nel Security Center (in console: Administration Server XXX -> Proprietà -> Chiavi): il messaggio visualizzato è di solito mostrato quando non si ha una licenza adeguata per la funzione che si sta cercando di utilizzare, non è un problema strettamente legato ai permessi. A disposizione.
  13. Ciao Gianluigi, normalmente almeno 1 mese dopo quella inglese (per ora non ho altre info al riguardo)
  14. le ottimizzazioni per ambienti virtuali VDI vanno utilizzate solo per tali ambienti; se si usano macchine persistenti non vanno abilitate. Di fatto, con questa impostazione, ad ogni spegnimento del client il Network Agent invia un pacchetto al Security Center dicendogli di cancellare la macchina virtuale dal DB, che in ambiente VDI è comodo, ma su macchine persistenti crea il disagio che stai sperimentando. Disintalla e reinstalla il Network Agent con i parametri standard